Collegamento tra l’astronauta Parmitano e piccoli pazienti

Riporto la notizia da un articolo di E.Santo  in “Avvenire” del 10 luglio u.s.: collegamento riuscito oggi pomeriggio tra l’astronauta italiano Luca Parmitano e i piccoli pazienti dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù.

“Visto da quassù il mondo appare senza confini” ha detto a chi gli chiedeva quale fosse la scoperta più bella che aveva fatto: “E le stelle, in mancanza di atmosfera, si vedono colorate: sono rosse, gialle blu

 

La terra è bellissima, un gioiello blu in mezzo al nero”.

“Chi ti cura se ti ammali?” – gli ha chiesto un piccolo paziente. “Ognuno di noi ha fatto dei corsi di primo soccorso, ormai sono un mezzo dottore anch’io. Ma se stiamo male ci seguono dalla Terra”. E poi la domanda inevitabile: “Gli alieni li hai incontrati?”. “Gli alieni li ho visti sulla terra – ha risposto simpaticamente – di cose strane ne ho viste tante”.

Luca Parmitano resterà sulla Stazione Spaziale internazionale per circa sei mesi per effettuare moltissimi esperimenti. La sua missione, battezzata “Volare”, è una missione dell’Agenzia Spaziale Italiana.

Un’esperienza straordinaria  comunicata ai bambini (per la prima volta in diretta) in modo straordinariamente semplice.